Home  >  Salute  >  Jeans stretti e rasatura totale della zona intima? Attenzione al rischio di vulvodinia!

Jeans stretti e rasatura totale della zona intima? Attenzione al rischio di vulvodinia!

Ne è colpito il 16% delle donne. Ma che cosa è la vulvodinia? Un dolore vulvare cronico che, uno studio dell’università di Boston lo conferma, raddoppia nel caso di pantaloni stretti e con l’uso di cerette

Come ti vesti? Usi jeans o in generale pantaloni molto aderenti? Come fai la depilazione delle parti intime? Da queste risposte potremmo prevedere a quali disturbi una ragazza in piena adolescenza potrebbe andare incontro. E il disturbo che analizziamo oggi ha un nome: la vulvodinia.

Cerette + abiti stretti = Vulvodinia

È la Boston University School of Public Health che ci dimostra (con uno studio pubblicato sul Journal of Lower Genital Tract Disease che c’è una stretta relazione tra queste abitudini (abbigliamento e cura del corpo) e un aumento di questo disturbo cronico che è la vulvodinia.

Un rischio pari al doppio, rispetto a chi indossa abiti più larghi e non fa uso di cerette nelle zone intime.

Un dolore vulvare che colpisce le ragazze in età adolescenziale

Le ragazze che fanno delle scelte dettate da mode. Come la depilazione, che ai nostri giorni è totale. Soprattutto quella delle zone intime. Ma che ha delle conseguenze: può generare infatti delle microabrasioni, in un zona molto sensibile, che possono predisporre le giovani donne a complicazioni immuno-infiammatorie.

Tutto questo viene ulteriormente aggravato da uno stile di abbigliamento molto aderente (leggins, jeans attillatissimi, etc.), che non fa altro che favorire le infezioni del tratto genitale.

Seguire la moda, ma con dolcezza!

Se è vero che tra le donne dello studio che avevano rimosso completamente i peli pubici, c’era il 74% di probabilità in più di avere la vulvodinia, rispetto alle donne che li avevano tolti soltanto nella zona “bikini”, dobbiamo riflettere su come ci rivolgiamo al nostro corpo, soprattutto in una fase di vita delicata come l’adolescenza.

Alle giovani ragazze vogliamo suggerire di fare scelte ponderate, che non vuol dire di non seguire la moda, ma di farlo pensando anche ai risultati di questo studio, ma soprattutto un po’ di più ad una cura personale, che sia un po’ più dolce.

Fonte notizia: Salute domani

Credits immagine

Cristina Perrotti

 

Written by maria luisa

Leave a Comment