Home  >  Benessere  >  Ritenzione idrica, come combatterla?

Ritenzione idrica, come combatterla?

Cause e rimedi per la ritenzione idrica.

La ritenzione idrica è un fenomeno abbastanza diffuso tra le donne, soprattutto in alcune fasi della vita, come gravidanza e menopausa. Si tratta di un accumulo di liquidi negli spazi tra una cellula e l’altra. Tale accumulo causa edema, ovvero un gonfiore anomalo di determinate zone del corpo che sono maggiormente predisposte, come addome, cosce, glutei e caviglie.

Chi soffre di ritenzione idrica percepisce un senso di gonfiore generalizzato o localizzato nell’area in cui vi è l’accumulo di liquidi. La ritenzione idrica si accompagna anche a un aumento di peso e la comparsa della cellulite, che con i suoi vari stadi può arrivare ad essere anche dolorosa.

Ritenzione idrica, le cause

La ritenzione idrica è dovuta a un funzionamento non perfetto del sistema venoso e linfatico che provoca l’accumulo dei liquidi.

Tra le cause della ritenzione idrica vi sono:

  • abitudini alimentari scorrete, come l’assumere cibi troppo salati (salumi, fritti etc);
  • stile di vita troppo sedentario: tenere gli arti inferiori troppo a riposo provoca un ristagno dei liquidi;
  • lavoro che porta a trascorrere molte ore in piedi;
  • fumo, abuso di farmaci e alcol;
  • cambiamenti ormonali, che si manifestano fisiologicamente durante il ciclo mestruale, la gravidanza e in menopausa;
  • in casi più seri, la ritenzione idrica può essere conseguente a disfunzioni cardiovascolari o renali, patologie della vescica o del fegato.

Ritenzione idrica, come combatterla?

Quando l’origine della ritenzione idrica non è patologica combatterla è abbastanza semplice. Ecco alcuni consigli da seguire.

  • Bevi molta acqua. L’ideale sarebbe bere almeno un litro e mezzo di acqua povera di sodio al giorno, aiutandosi con delle tisane che favoriscono il drenaggio dei liquidi.
  • Evita i cibi salati e assumi al massimo 5 grammi di sale al giorno (un cucchiaino piccolo).
  • Mangia tanta frutta e verdura dai colori caldi (rosso, giallo e arancione) che ha effetto positivo sulla circolazione;
  • Consuma alimenti ricchi di potassio, come fichi secchi, banane e kiwi. Il potassio ha un forte potere drenante e favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso.
  • Fai attività fisica regolare: bastano 30 minuti di camminata al giorno.
  • Mantieni il peso forma. I chili di troppo favoriscono il ristagno di fluidi e i problemi di circolazione.
  • Quando la ritenzione idrica è indotta dai contraccettivi ormonali può essere d’aiuto, in accordo con il proprio ginecologo, l’integrazione con nutraceutici a base di centella asiatica.

Ritenzione idrica, per combatterla correggi anche alcune abitudini.

Contro la ritenzione idrica occorre correggere alcune abitudini:

  • non accavallare le gambe;
  • non usare tacchi alti o troppo bassi, l’ideale è un’altezza di 3-5 cm;
  • smetti di fumare;
  • se per lavoro devi stare troppo tempo seduta, ogni tanto alzati e cammina un po’;
  • tieni le gambe leggermente sollevate quando vai a dormire, magari con l’aiuto di appositi cuscini.

Cristina Caramma

(Credits immagine: sanioggi.it/ritenzione-idrica-2/)

Written by maria luisa

Leave a Comment