Home  >  Comunicazioni, Eventi  >  Yoga e Trekking – Cala Gonone – Sardegna

Yoga e Trekking – Cala Gonone – Sardegna

Sardegna, isola di Fuoco e rifugio di Eolo, dio dei venti

Faremo bellissime escursioni e visite guidate in luoghi incantati, tra distese marine e rilievi montani unici al mondo, immersi in una natura incontaminata, selvaggia e ricca di energie primordiali: Attraverseremo Su Gorropu il canyon più profondo d’Europa, visiteremo il villaggio nuragico di Tiscali, le grotte della Foca Monaca , le spiagge incantate di Cala Luna, Cala Colotize, Cala Mariolu , Cala Sisine , percorreremo gli antichi sentieri dei carbonari ed ancora bagni in acque cristalline e passeggiate a piedi nudi sulla sabbia.

L’ORIGINE DELLA MA MATERIA: I TRE GUNA

 

“sii senza i tre guna o Arjuna, libero dalla dualità, sempre fermo nella purezza, non dipendente dal possesso di cose, padrone del sé…”
Baghavad Gita, Cap.2 V. 45.

Nessun Guna è buono o cattivo di per sé.
I GUNA sono energia fisica primordiale che si trova in tutta la natura e sono la base dell’esistenza: Rajas, Tamas e Sattva.

Rajas è movimento, forza cinetica (Vishnu).In natura rappresenta l ‘energia dell’attività, del cambiamento, dello sviluppo. Nell’essere umano, rappresenta l’energia dell’attaccamento, del desiderio, del cambiamento, dell’evoluzione; è la forza dell’azione, il bisogno di difendere le emozioni della rabbia.

Tamas è inerzia, potenziale distruttivo (Mahesha). È mancanza di vita e di movimento. In natura, è la forza dell’entropia che resiste al cambiamento. È la forza che induce Rajas al riposo e avvia il sonno e il recupero. È anche la forza di ciò che è nascosto, del nostro lato ombra, delle emozioni dormienti o represse.

Satva, rappresenta il potenziale creativo, l’energia primordiale (Brama). È il punto di equilibrio tra Rajas e Tamas, in questo modo si afferma che la natura è un equilibrio dinamico di forze che è essenzialmente positivo. In natura, Satva è tutto ciò che bilancia, controbilancia e porta armonia al pianeta. Nella vita quotidiana, Satva è il sentimento di pace, equilibrio ed armonia. Un senso di completezza e di pienezza equilibrata. A livello della mente, Satva è la qualità dell’equilibrio, della chiarezza e della luce.

Il PROGRAMMA prevede:

• pratica mattutina dalle 0700 alle 0800 (facoltativa), verrà proposta la pratica energizzante dei riti “I 5 Tibetani”
• serale dalle 1830 alle 2030 con una attenzione particolare all’influenza degli elementi sui centri energetici.

L’HOTEL: l’Hotel Villaggio Resort Palmasera (****) è un piacevole resort di Cala Gonone, borgo delizioso, incorniciato dal suggestivo golfo di Orosei. È circondato da una rigogliosa macchia mediterranea che si estende su una superficie di 12 ettari, dista 800 metri dal centro di Cala Gonone e 400 metri dalla spiaggia di sabbia mista a ghiaia rosa di Palmasera, una parte attrezzata con ombrelloni e sdraio e una parte libera, raggiungibile tramite due scalinate che dal Resort diramano verso il mare. Sono presenti due piscine di acqua di mare entrambe fornite di ombrelloni e lettini.

DATE: 09 – 15 giugno 2019
€ 650 a persona in camera doppia
€ 20 a notte supplemento camera singola
La quota comprende:
• 5 Pernottamenti in camera doppia con mezza pensione presso il Resort Palmasera (****)
• Bevande ai pasti: acqua e vino
• Transfer A/R con bus GT Porto Olbia /Hotel Palmasera/Porto Olbia
• Corso di Yoga dal lunedì sera al sabato mattina
• Transfer Roma/termini/ C.Vecchia / Roma Termini con treno
• Viaggio A/R in traghetto C.Vecchia/Olbia (partenza il 09.06.2019 ore 22,30 nave notturna; Olbia/C.Vecchia (partenza il 15.06.2019 ore 22,30 nave notturna)
È previsto il pernottamento in cabina quadrupla.
La quota non comprende:
• Tessera club € 20 da pagare in loco: la tessera da diritto ad usufruire delle sedie a sdraio ed ombrelloni sulla spiaggia di Palmasera.
• tutto quanto non specificato nella sezione la quota comprende.
Per informazioni e prenotazioni: angela.uccula@gmail.com, cell 3475725677
Iscrizioni: entro il 30 marzo 2019 con acconto di € 200 a persona.
Saldo definitivo entro il 20 maggio 2019.

Perché Yoga e trekking?

Il trekking esalta il movimento fisico in un contesto naturale: attraverso lunghe passeggiate vi è la possibilità di apprezzare la bellezza della natura e, insieme, rinvigorire il fisico.

Lo Yoga invece è un’attività fisica più dolce. Si esegue in totale concentrazione e relax ed ha l’obiettivo di rinforzare il corpo attraverso un percorso che coinvolge in primo luogo la mente e che si basa sulla respirazione.

Chi pratica già il trekking, potrebbe aver voglia di avvicinarsi a questa nuova disciplina sotto l’impulso della curiosità e della voglia di scoprire un nuovo modo di concepire lo sport, in una sintesi di benessere, resistenza e concentrazione. Un praticante di Yoga, invece, già cosciente dei benefici offerti da un’attività olistica come lo yoga, potrebbe aver voglia di provare qualcosa di nuovo aggiungendovi un po’ di sano movimento in totale armonia con la natura.

Yoga e trekking è in un certo senso tornare alle origini, riscoprire i piaceri di una vita più spartana, ma sicuramente affascinante. Il trekking e lo yoga sottintendono il grande rispetto per la natura ed il mondo che ci circonda.
L’attrezzatura necessaria per il trekking è un abbigliamento comodo, scarpe adatte, bacchette (facoltative) ed uno zaino: l’unico obiettivo è di arrivare a destinazione e man mano che si procede nel viaggio, c’ è il piacere di osservare lo scenario di piante, montagne, animali e panorami mozzafiato unici al mondo.

Una volta arrivati a destinazione ci si riposa e ci si prepara al rientro. Ed è in questa fase che si innesta lo yoga.

Lo yoga consente infatti di recuperare meglio le energie attraverso un lavoro profondo sul corpo e la mente.

La meditazione è fondamentale per raggiungere il pieno controllo del corpo, necessario per realizzare gli asana. La respirazione non è un elemento accessorio ma parte integrante dell’esercizio fisico. È solo attraverso un atto respiratorio pieno (respirazione diaframmatica) che si riescono ad attivare i fasci muscolari profondi soprattutto a livello addominale. Anche se i movimenti yoga coinvolgono tutto il corpo, la concentrazione sulla zona addominale è sicuramente molto alta.

Il controllo e l’equilibrio del corpo parte sempre dal baricentro e attivare la zona mediana significa ottenere il massimo dalle varie posizioni (asana).

I benefici dello yoga sulla parte addominale non sono solo estetici ma soprattutto funzionali.

Rinforzare i muscoli dell’addome, in particolare quelli profondi, significa avere una postura migliore con innegabili vantaggi su tutto l’apparato muscolo-scheletrico. I fastidi ed i dolori a schiena e articolazioni si combattono, infatti, alla radice.
Il trekking è un’attività molto bella ed affascinante, ma non aiuta a prevenire i disturbi muscolo-scheletrici. Anzi, alcune volte può aggravare patologie pre-esistenti generando ad esempio dolori alla colonna vertebrale o alle ginocchia (zone del corpo molto sollecitate durante l’escursione).

Per questo, lo yoga, fatto prima della partenza o dopo una intensa seduta di trekking può essere molto utile per riequilibrare la postura e decontrarre la muscolatura rilassando tendini ed articolazioni. Oltretutto, il luogo ideale per svolgere una seduta di yoga non è una fredda palestra bensì un caldo scenario naturale che aiuta il rilassamento e la concentrazione.
A scelta si possono fare escursioni che durano una intera giornata o poche ore, la pratica yoga sarà fatta prima di iniziare l’escursione prima di colazione, e dopo l’escursione prima di cena.

Vantaggi del trekking

• Rinforza la muscolatura creando una struttura robusta ma persistente;
• Oltre ai muscoli scheletrici allena anche il muscolo cardiaco con innegabili vantaggi sulla prevenzione di malattie cardio-circolatorie;
• Unisce al piacere di praticare sport quello di esplorare posti e scenari naturali e incantevoli;
• Induce l’organismo ad adattarsi al lavoro ad altitudini diverse;
• Crea un forte spirito di gruppo.

Vantaggi dello yoga

• Ricerca un livello di concentrazione molto alto;
• Rinforza tutta la muscolatura del corpo in maniera dolce e naturale;
• Realizza un ottimo controllo su corpo e mente;
• Lavora in maniera forte sulla respirazione;
• Crea una zona addominale forte e funzionale, tutte le posizioni yoga partono dal core (zona centrale del corpo). Degli addominali forti sono utili oltre che dal punto di vista estetico anche sotto il profilo funzionale. Parecchi problemi alla schiena sono causati da una cattiva postura, conseguenza spesso di una scarsa tonicità addominale;
• Dona calma e tranquillità ai praticanti;
• Permette di affrontare le situazioni di stress quotidiane.

Vantaggi dello Yoga e Trekking insieme

• Permette al praticante di abbinare alla dinamicità del trekking la calma e la pacatezza dello yoga;
• Consente di visitare scenari naturali incontaminati;
• Alterna due diverse forme di concepire lo sport e l’attività fisica;
• Amplifica i benefici di entrambi per stare meglio con il proprio corpo e lo spirito.

Possibili Escursioni: (da organizzarsi in loco, facoltative)
Mini crociera sulle spiagge più belle del mondo. (Da non perdere)
Una meravigliosa mini crociera nel golfo alla scoperta delle spiagge e delle grotte più belle, lungo la rotta del selvaggio blu.
Una navigazione sotto costa per ammirare da vicino i diversi scenari di rocce e foresta che si susseguono intervallati solo dalle numerose cale:Cala Luna, Cala Sisine, Cala Biriola, Le Piscine di Venere, Cala Mariolu, Cala dei Gabbiani, Cala Goloritzè.( le vedremo tutte)
Il programma prevede la sosta per un bagno in almeno tre delle spiagge piu famose del golfo della durata di 1/1,5 ore circa ognuna: Cala Mariolu, Cala Biriola, Cala Luna.
E’ possibile lungo il percorso di rientro la visita alle grotte del Bue Marino. (biglietto ingresso € 800 da pagare in loco)
Partenza ore 09.15, rientro ore 17.00

L’insegnante Angela Uccula

 

http://www.chiedialladottoressa.com

Written by Chiedialladottoressa

Leave a Comment